Day 338

Internet

Oggi mi è capitato sottomano per lavoro qualcosa che immediatamente mi ha scatenato una serie di pensieri a catena piuttosto strani.
Se noi mettiamo in relazione tutto ciò che le notizie di attualità riportano, non possiamo che pensare alle vicende di Bruxelles, poi di clamore in clamore, associamo Parigi e la strage al teatro Bataclan. Poi ancora Parigi Charlie Hebdo e così via a ritroso.
Sembra che, come per il ‘900 che è stato bollato come il secolo delle dittature, questo sia (al momento) il ventennio del terrore.
E non è raro incontrare qualsiasi tipo di persona, dalla più colta alla più frivola, che ti parli di uno spartiacque ben preciso: l’11/09/01, ovviamente.
Beh se ci si pensa, in effetti tutto parte da lì, il mondo intero inteso come occidente si rende conto che nel vicino est, quello che finora è stato dominato a colpi di finanziamenti e colpi di stato, per un mantenimento territoriale che permetteva rifornimento petrolifero, si ribella e non vuole più essere dominato. Inizia il capitolo del terrorismo di matrice araba.
La storia poi la conoscete tutti, ognuno dà la sua interpretazione, colpa di questo o quello ognuno ti dice la sua verità, che ovviamente è palese, innegabile e indiscutibile. Fino al prossimo che incontri, che sicuramente ne saprà sempre più di voi. Almeno da queste parti funziona così.

Tornando a quel ”qualcosa” che mi è passato sottomano, altri non è che un articolo riguardante internet.
In sostanza, secondo questo articolo, intorno ai primi anni ’90, al CERN di Ginevra sviluppano un sistema di ricerca che permetta di essere più efficiente e rapido, e formato da ipertesti. Si va creando la base di quello che sarà il linguaggio HTML, che vede nel ’96 l’arrivo di Internet Explorer e del World Wide Web. In sostanza internet. E nel ’99 l’avvento di quello che sarebbe stato il linguaggio rivoluzionario di Internet ovvero l’HTML 4.0.
In sostanza quello che è internet come lo conosciamo oggi, vede la luce proprio in quegli anni. E con lui nasce quel processo di globalizzazione, verso cui l’uomo ha sempre guardato, ma che riusciva ad afferrare solo a piccoli passi.
Internet cambia tutto.
Credo che se uno riflette a modo, raramente c’è stata un’invenzione più rivoluzionaria, misurata con la velocità con cui è cresciuta, più grande di questa.

A volte penso che stiamo guardando la vicenda in modo corretto se analizzata nel particolare, ovvero lotta a ogni tipo di minaccia della società democratica, ma interveniamo sul particolare e non sul generale. A volte ho la sensazione che siamo si affacciati a una finestra sul mondo, pensando di capire quello che sta succedendo, ma in realtà stiamo guardando nella direzione sbagliata.
Non ho la presunzione di credere di aver ragione, ma penso che una gestione del flusso di informazioni, sia più efficiente di cento interventi sul campo. Chissà che forse la chiave di volta sta proprio nella rete. Chissà se, come accadde ai francesi nella prima guerra mondiale, la soluzione sta nell’intercettazione delle informazioni in rete.

Insomma per chiudere, credo che forse ci siano due tipi di nodi fondamentali nella storia recente, il secondo è un attacco terroristico in mondovisione, il primo però forse è causa anche del secondo, ma è diventato talmente fondamentale nelle vite di ognuno di noi, che riuscire a gestirlo è un’impresa titanica.

html2
ps. Più o meno negli stessi anni in cui esplodeva internet e avveniva la strage delle twin towers, qualcuno che conosco molto bene, a seguito di quanto accaduto a Genova a luglio, girava con la maglia NO G8, no alla globalizzazione.
A posteriori, quando a distanza di quasi quindici anni ci ripenso, mi viene da sorridere all’idea della sua ingenuità e di come oggi sia dipendente da quest’ultima.
A posteriori, quando a distanza di quasi quindici anni ci ripenso, mi viene da pensare che forse invece non aveva poi sbagliato fino in fondo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...