Ci sono storie

Ci sono storie che non si possono raccontare. Nascono dentro di te, ti stritolano, ti piegano, ti uccidono e poi ti fanno risorgere più forte di prima.
Sono storie che non si possono raccontare perché parlano di una emozione. E se qualche sventurato che passa di qui, sa come raccontare le proprie emozioni, fatemelo conoscere, che è sicuramente un prossimo premio Nobel.
Però ci sono sensazioni all’interno di queste storie che vogliono venire fuori. Anche qui è difficile da spiegare, ma la forza propulsiva di quest’ultime diciamo che ti aiuta un po’ a farle uscire.
La cosa strana di queste sensazioni è che, però, decidono loro da chi andare. Generalmente sconosciuti.

Ora per farvi capire quello che sto dicendo, non serve che vi racconti la mia storia, si dico sempre a voi che sicuramente per caso passate di qui, fosse anche solo uno nei prossimi cento anni, cosa del tutto non improbabile, ecco io a te/voi chiedo:
Immaginate una situazione, una linea retta o semplicemente la storia della vostra vita. Bene,

ora immaginate per un secondo che questa linea o questa strada voi l’avete percorsa per una vita intera. La conoscete a memoria, è la vostra vita. Sapete ogni dettaglio anche il più oscuro.
Di colpo qualcosa vi cambia l’orizzonte.
Conoscete la strada, ma non conoscete più i punti di riferimento. Tutto cambia, ma tutto resta uguale.
Se in tutto questo la risposta è il coraggio di andare avanti, la domanda qual è?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...